• Cellulare: 340 6722856
Open

Tag Archives: energia

Categories Benessere, Tips & Tricks

Il mio commento

Finalmente riesco a darvi la mia opinione sull’articolo “L’imbroglio delle calorie” uscito su Internazionale del 7 giugno n.1310.

Evviva, finalmente un articolo da condividere al 100%. Potrei usarlo come manifesto oppure lo potrei far leggere a tutti i pazienti che vengono da me per la prima volta. È il messaggio principale che provo a far passare con il mio lavoro, solo scritto meglio, con più enfasi e con i toni giusti. Del resto non sono né giornalista né scrittrice…

Che cosa ci dice questo articolo? Conferma che non è sufficiente contare le calorie per avere una dieta corretta. C’è chi sostiene che le calorie non esistano più, non è proprio vero, la caloria è un’unità di misura che non viene messa in discussione, ma il modo di costruire una dieta calcolando solo le calorie è un modo obsoleto e non valido. Fino a qui ci siamo tutti.

Ci racconta poi come gli alimenti siano cambiati in base alle nostre esigenze e al nostro stile di vita: quando anche le donne hanno iniziato a lavorare, nei negozi abbiamo iniziato a trovare alimenti pronti e lavorati. Da qui è poi partita la lotta ai grassi per combattere l’obesità e sono comparsi i cibi light: senza grassi ma con zuccheri e comunque prodotti lavorati.

Tutto questo ha scaturito l’effetto opposto aumentando la percentuale di persone obese e con problemi cardiocircolatori. È allora evidente che non è il totale delle calorie giornaliere la cosa fondamentale per la nostra dieta ma gli alimenti che la compongono. C’è un abisso tra alimenti “naturali” e cibo raffinato e lavorato: i primi ci danno nutrimento, principi attivi, hanno tutto quello che serve per far funzionare il nostro corpo al meglio, i secondi sono solo energia. Formulare diete calcolando solo il fabbisogno calorico necessario ha portato a storie di insuccesso, a percorsi di dimagrimento che prima o poi falliscono. E falliscono anche oggi se non capiamo esattamente quello che dobbiamo fare.

Detto questo voglio aggiungere qualcosa.

Non siamo delle macchine a cui viene data energia per funzionare, siamo molto di più. Abbiamo bisogno tanto di nutrienti che ci diano energia (carboidrati, grassi, proteine nelle giuste proporzioni) ma anche di quei preziosissimi elementi che di energia non ne hanno proprio ma senza i quali non andremo proprio da nessuna parte. Sono i sali minerali e le vitamine, nutrienti presenti a concentrazioni significative negli alimenti non trattati, non lavorati, non raffinati.

Perciò eccomi qui a dire per la milionesima volta: è molto più importante la qualità che la quantità di quello che mangiamo. Possiamo per favore ripeterlo insieme tante volte?

Frutta e verdura appena raccolte, carni non trattate a cui non sono aggiunti conservanti, pesce fresco, cereali in chicchi, non vi danno un’idea di maggiore salubrità rispetto a cibo in scatola, cibo pronto magari a basso costo, cibo industriale prodotto in modo artificiale?

Se scegliamo bene non facciamo un favore solo al nostro girovita ma anche all’ambiente: si consuma meno energia per lavorare i cibi, si favorisce una coltura e un allevamento più puliti. Insomma, ecco che il legame con la sostenibilità e la stagionalità è ancora presente.

Dobbiamo ricordare sempre che siamo noi ad esserci adattati alla natura e per questo abbiamo bisogno di seguirne i ritmi e rispettarne le fasi. Ma se il nostro bisogno di pomodori tutto l’anno, di cibo esotico in qualsiasi parte del mondo, quantità di cibo (e soprattutto carne) che superano il nostro fabbisogno è più importante del rispetto per l’ambiente e per chi non può scegliere (e non intendo solo la parte più povera della popolazione, ma anche dei bambini che sono spesso vittime di questo sistema di alimentarsi) allora ci meritiamo tutto quello che sta succedendo ed il caldo di questi giorni.

Nel mio piccolo ci provo a far passare questo messaggio ed è fondamentale capire che il cambiamento parte da noi e non è così difficile, ci vuole un po’ di impegno, di fatica e qualche rinuncia che ahimè non ci piace proprio. Dobbiamo imparare di nuovo a cucinare, a considerare il tempo speso a preparare dei piatti come un tempo necessario, prima di tutto per capire di cosa ci stiamo nutrendo e poi per imparare a conoscerci meglio, a capire che forse gli “sfizi” che ci sembrano sempre necessari per rallegrarci non sono necessari, anzi, sono dannosi sotto tanti punti di vista e impareremo a prendere le giuste misure.

Riscoprire i gusti e i colori del cibo vero è un gioco fantastico, non sono passati tanti anni da quando lo facevamo abitualmente eppure non ce lo ricordiamo più. Se le cose cambiano così velocemente proviamo a chiederci dove potremmo arrivare a questi ritmi.

Questa Terra è un posto meraviglioso, ricco, rigoglioso e pieno zeppo di varietà, di esseri viventi diversi ma uniti da un unico scopo. Peccato non ne avremo ancora per molto se non abbiamo voglia di cambiare!

Categories Consigli, News

Come svegliarsi bene la mattina!

Buon lunedì a tutti! Leggendo qua e là delle cose sul sonno e sull’importanza del riposo ho trovato questo simpatico articolo che ho voluto condividere con voi… io da domani ci provo, che dite? Buona lettura!

Statisticamente la notte tra domenica e lunedì è quella più soggetta ai fenomeni di insonnia: questo effetto è anche noto come “Sunday Night Insomnia” ed è la causa principale di tutte quelle facce distrutte, tipiche del lunedì mattina.

Puoi decidere di cambiare vita una volta e per tutte, fissare traguardi ambiziosi e pianificare nel minimo dettaglio i tuoi obiettivi, ma tutti questi sforzi se ne vanno a “signorine di facili costumi” nell’istante esatto in cui ti svegli con il piede sbagliato.

Svegliarsi la mattina è forse il momento più importante della giornata, senza dubbio uno dei momenti che possono influenzare maggiormente il tuo stato d’animo, il tuo livello di energia, la tua determinazione e, in ultima analisi, i risultati che porterai a casa alla fine delle fiera.

Già in passato ti ho parlato di come dormire bene e migliorare il tuo sonno. Senza dubbio, una bella dormita sarà sempre la migliore strategia per svegliarti bene la mattina, ma anche ciò che fai (o non fai) nei minuti subito prima e subito dopo la tua sveglia può avere un enorme impatto sul resto della tua giornata.

Oggi voglio parlarti dei 5 migliori metodi per svegliarti la mattina con il pieno di energie:

1. Usa una sveglia intelligente

Immagina la scena: hai appena terminato un sogno meraviglioso, sei nel dormiveglia e con eccezionale tempismo la sveglia suona appena qualche minuto dopo. Tu ti alzi pieno di energia e pronto ad affrontare la tua giornata.

Adesso immagina la scena opposta: sei in una fase di sonno profondo, all’improvviso la tua sveglia squarcia il silenzio del mattino e tu sei svegliato di soprassalto, con le palpitazioni ed un senso di malessere generalizzato. La giornata non poteva iniziare peggio.

Esiste un modo per evitare che queste due sveglie mattutine siano del tutto casuali?!

Si, per l’esattezza puoi adottare 2 strategie alternative:

  1. Fissare la sveglia sempre alla stessa ora (anche nei weekend). In questo modo il tuo orologio biologico si adatterà automaticamente, evitandoti risvegli traumatici. Lo svantaggio di questa strategia è doverla applicare anche i sabati e le domeniche!
  2. Utilizzare una sveglia intelligente. Negli ultimi 2 mesi ho iniziato ad utilizzare l’applicazione per iPhone Sleep Cylce. L’avvii prima di andare a nanna e la posizioni sul materasso (con la modalità aereo attiva!). Grazie all’accelerometro dell’iPhone, l’applicazione registra i tuoi movimenti e ti sveglia all’interno di una finestra temporale di 30 minuti, cercando di beccare il momento in cui il tuo sonno è più leggero. L’idea alla base dell’applicazione è brillante, non mi è chiarissimo come l’applicazione distingua tra sonno profondo e sonno leggero, ma devo ammettere che fa il suo “sporco” lavoro. Ho visto che esistono diverse alternative nell’App Store. Fammi sapere la tua esperienza nei commenti.

2. Crea una piacevole routine mattutina

C’è una frase che mi piace ripetere spesso:

“La mattina, prima di iniziare a correre per gli altri, preferisco correre per me stesso.”

Uno dei modi migliori per svegliarsi bene la mattina è sicuramente quello di trovare una buona ragione per farlo. Da ormai qualche anno ho iniziato ad andare a correre 10-15 minuti dopo essermi svegliato.

Fare attività fisica subito dopo essermi alzato ha per me molteplici benefici: ho la soddisfazione di aver fatto qualcosa di buono già alle 06:30 del mattino, mi sento in forma e sotto la doccia, al termine della corsa, ho le migliori idee (probabilmente sono gli effetti dell’iperossigenzione).

Naturalmente non devi imitarmi per forza, ma qualsiasi sia la tua scelta, cerca di trovare una routine mattutina estremamente piacevole: alcuni amano leggere con in mano una tazza di caffè, altri ancora preferiscono meditare.

Inizia la giornata coccolandoti o facendo qualcosa di importante per te stesso.

3. Ricordati di bere

La mattina appena svegli è il momento in cui siamo maggiormente disidratati. 

Per l’intera notte non abbiamo bevuto e l’umidità che abbiamo rilasciato con il respiro ha abbassato il livello di liquidi nel nostro organismo. Per questo motivo, la prima azione che dovresti compiere appena sveglio è quella di berti un bel bicchiere d’acqua.

Alcuni studiosi suggeriscono di lavarsi i denti prima ancora di bere: considerata la “fogna” che ci ritroviamo in bocca appena svegli, potrebbe non essere una cattiva idea!

Esiste poi un modo ancora più efficace per reidratarci e allo stesso tempo prenderci cura del nostro “pancino”. Questo è un trucchetto che ho imparato applicando i principi del corso Energy Training: appena sveglio scalda leggermente una tazza d’acqua; non deve essere bollente, ma semplicemente tiepida, insomma deve essere della stessa temperatura del nostro corpo (circa 37°). Se ti aggrada puoi anche aggiungere una spruzzatina di limone. Bevila e alzare il tuo livello di energia sarà semplice come… bere un bicchiere d’acqua ;-)

4. Riattiva i tuoi muscoli ed il tuo sistema respiratorio

Al punto 2 ti ho accennato quella che è la mia routine mattutina preferita. Non devi per forza fare una maratona tutte le mattine per svegliarti bene. Anche dei semplici esercizi possono aiutarti a riattivare la circolazione e ad ottenere una generale sensazione di benessere.

Niente di estremo! Se frequenti una palestra puoi farti suggerire dal tuo coach una serie di esercizi mirati per il risveglio muscolare o per lo stretching. Lo yoga è un’altra attività particolarmente consigliata in questa situazione.

Un’alternativa all’attività fisica, sono gli esercizi di respirazione.

Spesso sottovalutiamo l’enorme potere che ha il respiro sulla nostra fisiologia e sulla nostrapsicologia. Praticare con costanza esercizi volti a migliorare il modo in cui respiriamo è una delle migliori strategie per ritrovare energia e benessere. In questo articolo suggerisco tre tecniche di respirazione particolarmente efficaci (la 1° è ideale per svegliarsi la mattina): “Tecniche di respirazione – ritrovare il benessere con un respiro“.

5. Alzati!

Per quanto possa sembrare banale, un ottimo sistema per svegliarsi bene la mattina è semplicemente… alzarsi!

Molti di noi soffrono della cosiddetta “Snooze Button Syndrome”. Il bottone snooze è quel pulsantino che ti permette di procrastinare (ahhh! sacrilegio!) la sveglia per un tempo prefissato, mentre tu continui a rotolarti tra le coperte alla ricerca di una buona motivazione per alzarti.

La prossima volta, magari proprio domani mattina, prova ad alzarti dal letto appena suona la sveglia: non pensare, non procrastinare, non indugiare. Semplicemente alzati.

 

fonte www.efficacemente.com

 

Categories Alimenti, News, Ricette

Salsa di avocado di Lucia

Per riprendere alla grande la nostra amica Lucia (che è sempre sul pezzo) ci propone la sua salsa di avocado.

Ingredienti:

03_Lucia_salsa

  • 1 avocado maturo
  • succo di mezzo limone
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Tagliare a metà l’avocado ed estrarne la polpa. Per una buona riuscita della salsa è necessario che il frutto sia maturo, in caso contrario non si otterranno consistenza e gusto desiderati.

Aggiungere il succo di mezzo limone e un pizzico di sale e ridurre tutto a salsa con una forchetta.

Far riposare qualche minuto e servire con dei crostini o con delle fette di pane tostato.

Proprietà:

Cosa chiedere di più? Ricetta semplice ma con mille proprietà benefiche! L’avocado dovrebbe essere presente nella nostra normale alimentazione e subito vi spiego il perché.

L’interno verde e polposo dell’avocado è ricco di proprietà benefiche per la salute, conosciute già dalle antiche popolazioni sudamericane che lo avevano inserito nella loro dieta quotidiana (anche perché ritenevano avesse virtù afrodisiache). Hemingway lo definì “un cibo che non ha rivali tra i frutti, il vero frutto del paradiso” e non a caso…

1) Antiossidante. L’avocado è ricco di sostanze antiossidanti, soprattutto vitamine A ed E, che aiutano il nostro organismo a liberarsi dai radicali liberi e ritardare così l’invecchiamento, mantenendo la pelle morbida ed elastica. Tra le altre vitamine presenti nella sua polpa ci sono la B1, B2, B6, D, K e PP.

2) Ricco di minerali. L’avocado è ricchissimo di potassio, ne possiede una quantità paragonabile a quella presente in 3 banane, e offre anche un piccola dose di magnesio, calcio, fosforo e zolfo.

3) Riduce il colesterolo. L’avocado è ricco di grassi insaturi e omega-3, essenziali per l’organismo in quanto stimolano la produzione di colesterolo ‘buono’ e impediscono il deposito di colesterolo ‘cattivo’. Cio’ fa sì quindi che l’assunzione di questo frutto riduca la possibilità che si sviluppino problemi a livello cardiovascolare.

4) Fornisce molta energia. In 100 grammi di questo frutto si trovano il 7 % di zuccheri, il 19% di grassi e circa il 2% di proteine per un totale di 230 calorie, variabili a seconda della grandezza dell’avocado.

5) Facile da digerire. Nonostante i grassi e gli altri elementi di cui è ricco, l’avocado è un frutto facilmente digeribile e dalle capacità astringenti, è ottimo ad esempio quando si ha un attacco di dissenteria e per chi soffre di colite o gastrite.

Anche la Cancer Cure Foundation, nota associazione che si occupa di combattere il cancro, ha riconosciuto le proprietà benefiche di questo frutto tanto da averlo inserito nell’elenco dei 27 cibi considerati essenziali per la prevenzione del cancro. Il suo consumo è consigliato un po’ a tutti: bambini, anziani, donne in gravidanza, vegetariani e diabetici.

Tanti sono gli utilizzi di questo frutto anche a livello di cosmesi e cura del corpo:

1) Impacco per capelli secchi: schiacciate la polpa di un avocado fino ad ottenere una crema. Applicatela poi sui capelli umidi per almeno un’ora e sciacquate infine accuratamente.

2) Maschera per il viso: schiacciate la polpa di un avocado molto maturo e poi aggiungete due cucchiai di olio di mandorle. Tenete in posa per mezzora circa e poi risciacquate.

3) Burro di cacao autoprodotto: sciogliete a bagnomaria 40 gr di cera d’api, aggiungete 25 gr di miele e 50 gr di olio di avocado, amalgamate bene e togliete tutto dal fuoco. Continuate a mescolare finché il composto non si fredda, versatelo poi in piccoli vasetti.

(www.greenme.it)

Quindi, cosa state aspettando? Uscite subito a comprare un avocado e fatevi questo gustoso spuntino a cui non riuscirete più a rinunciare, garantito!!! Grazie Lucia!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi