• Cellulare: 340 6722856
Open

Tag Archives: ricetta

Categories News, Pranzo, Ricette

Gnocchi alla zucca

Ingredienti:

  • una zucca media
  • 2 uova
  • farina 00
  • farina di semola
  • pecorino
  • burro
  • salvia
  • sale

Preparazione:

Tagliate a metà la zucca, togliete i semi, tagliatela di nuovo a spicchi e cuocetela a vapore per 10 minuti.

Una volta cotta togliete la buccia e schiacciatela con un uno schiacciapatate o con una forchetta in modo da ottenere un composto omogeneo.

Nel frattempo fate bollire dell’acqua in una pentola e salate.

Aggiungete le 2 uova e poco a poco la farina 00 e la farina di semola in uguali quantità fino a raggiungere una consistenza più densa ma non collosa come quella in foto.

Per capire la giusta consistenza fate una quenelle con due cucchiaini e buttatela in acqua bollente. Se si rompe aggiungete ancora un po’ di farina.

A questo punto potete cuocere gli gnocchi facendo appunto delle piccole quenelle.

In un pentolino fate sciogliere del burro con la salvia.

Condite gli gnocchi con il burro fuso e aggiungete una generosa manciata di pecorino grattugiato.

Buon appetito!

 

Categories Cena, News, Ricette

Petto di Pollo al Mojito

Ingredienti:

  • Un petto di pollo
  • un lime e mezzo
  • un rametto di menta fresca
  • 1/4 di bicchiere di rum bianco
  • pepe rosa
  • sale
  • olio EVO

Preparazione:

Tagliate a pezzettoni il petto di pollo.

In una ciotola mettete insieme l’olio EVO, il succo di un lime spremuto, il rum, il pepe rosa ed il sale a seconda del vostro gusto e la menta fresca tagliuzzata. L’altra metà del lime tagliatela a fettine.

Mettete a marinare in questo preparato i pezzi di petto di pollo per 12 ore in frigo. Aggiungete le fette di lime.

Cuocete in padella per 5 minuti e servite caldo.

Categories Cena, Ricette

Torta salata alle verdure di Beatrice

Eccovi la ricetta della torta salata alle verdure della nostra giovane amica Beatrice che sforna sempre queste delizie…

Ingredienti:

  • un rotolo di pasta sfoglia integrale
  • stracchino 200 g
  • 3 fette di prosciutto cotto tagliate spesse
  • verdure di stagione (si possono usare le verdure che ci piacciono di più ma che siano facili da tagliare a fette: carote, zucchine, melanzane, porri, …)
  • olio EVO

Preparazione:

Tagliate a fette le verdure in modo che abbiano tutte lo stesso spessore; rosolate leggermente le striscioline ottenute in una padella.

Stendete la pasta sfoglia in una teglia, bucherellate la pasta sul fondo con una forchetta e mettete lo stracchino.

Tagliate il prosciutto cotto a striscioline dello stesso spessore delle verdure.

Assemblate la torta formando una spirale con le striscioline tagliate in precedenza partendo dal centro ed alternando il prosciutto alle verdure.

Aggiungete un po’ di olio d’oliva e infornate per 20 minuti a 180°C.

Buon appetito!

Categories Ricette, Varie

Chiffon Cake o Donut? di Beatrice

Lo abbiamo sempre sostenuto: è importantissimo mangiare anche con gli occhi. Raddoppia la felicità!
Per questo motivo vi propongo la ricetta – o illusione ottica – della Chiffon Cake al cioccolato della nostra amica Beatrice.

Ingredienti:

  • 300 g zucchero
  • 290 g farina 00
  • 200 g acqua
  • 120 g olio di semi
  • 6 uova grandi
  • 1 bacello di vaniglia
  • scorza di un limone
  • 1 bustina di lievito (16 g)
  • 8 g cremor tartaro
  • 2 g sale fino

Per la decorazione:

  • 150 g di cioccolato (principalmente fondente ma anche al latte)
  • 75 ml di latte
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • codette arcobaleno

Preparazione:

Setaccia farina e lievito, aggiungi zucchero e sale e mescola.
In un’altra ciotola separa i tuorli dagli albumi. Aggiungi ai tuorli l’acqua e l’olio di semi.
Grattugia la scorza di limone e aggiungila ai tuorli con i semi della bacca di vaniglia. Sbatti il composto con le fruste, successivamente incorpora farina zucchero e lievito in una sola volta.
Monta gli albumi. Versa negli albumi montati il cremor tartaro e sbattili ancora per qualche minuto con le fruste.
Versa gli albumi montati nell’altro composto e mescola dal basso verso l’alto.
Versa il composto nello stampo per chiffon cake.
Metti nel forno preriscaldato a 150°C per 45-50 minuti.
Una volta cotta capovolgi lo stampo e lasciate raffreddare la torta finché non scenderà da sola dallo stampo.

Per decorare:

Metti tutti gli ingredienti (cioccolato, latte, zucchero) in un pentolino e fai sciogliere a fuoco lento. Una volta ottenuta una crema liscia ed omogenea lascia raffreddare qualche istante e poi cospargi la “testolina” della tua torta.
Aggiungi le codette prima che la glassa si indurisca, riponi la torta in frigo finché la glassa si sarà rassodata un po’.

Categories Ricette, Varie

Torta Hygge di Laura

Ingredienti per uno stampo di 22 cm
  • 250 gr farina di riso
  • 150 gr zucchero
  • 1 bustina di vanillina (o 1 scorza di limone o 1 scorza di arancia)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 yogurt bianco 125ml
  • 100 ml di latte
  • 100 ml di olio di semi
  • 2 uova
  • Zucchero a velo
Preparazione:
Mescolate gli ingredienti secchi (farina setacciata, zucchero, vanillina e lievito).
Sbattete le uova con la frusta e unitevi l’olio, il latte e lo yogurt.
Unite gli ingredienti secchi con quelli liquidi, mescolate velocemente con le fruste elettriche .
Versate in una teglia imburrata ed infarinata e infornate a 180gradi X 35 minuti e voilà…
Categories Cena, Ricette

Minestrone di fagioli dall’occhio

Leggerezza per me è sinonimo di legumi e pesce (se vogliamo parlare di qualcosa che ci dia sostanza), perciò sarò monotona in questo periodo. Ieri ho fatto questo minestrone con carota, scalogno, sedano e i fagioli dall’occhio. Vista la giornata grigia grigia ho usato un pezzettino di lardo di colonnata… devo aggiungere altro?

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 2 carote
  • sedano
  • 1 scalogno
  • 300 g di fagioli dall’occhio secchi
  • brodo vegetale
  • 2 fettine di lardo di colonnata

Preparazione:

Fate rosolare leggermente in una pentola a pressione scalogno, carote e sedano con le fettine di lardo di colonnata, aggiungete i fagioli e il brodo vegetale. Fate andare in pentola a pressione per circa mezz’ora.

Quando i fagioli saranno pronti prendetene metà e frullateli, l’altra metà lasciateli interi. Aggiustate a piacere con il brodo vegetale.

Questi fagioli sono ricchi di vitamine  A,  C e quelle del gruppo B ma anche di minerali come ferro, magnesio, potassio, calcio, zinco e selenio. In quanto a proteine, 100 grammi di fagioli dall’occhio ne contengono circa 23 grammi. Sono ideali per preparazioni veloci in quanto cuociono prima degli altri fagioli.

Categories Cena

Fiori di zucchine ripieni

Ingredienti_fioridizucchine

Ingredienti:

  • 8 fiori di zucchina
  • 150 g di ricotta di pecora
  • 3 fette di speck
  • pangrattato
  • 3 cucchiai di formaggio grana grattugiato
  • mix di erbe aromatiche
  • olio EVO

Preparazione:

Setacciate la ricotta per preparare la farcia. Tagliate le fette di speck a listarelle sottili e aggiungetele alla ricotta con il mix di erbette aromatiche.

Pulite bene i fiori zucca anche all’interno facendo attenzione a non rovinarli e romperli.

Trasferite la farcia di ricotta in un sac-à-poche e riempite i fiori di zucca. Una volta riempiti chiudeteli avvolgendo le punte.

Mettete i fiori su una piastra da forno, versate un filo d’olio per far aderire meglio la panatura.

In una ciotola mescolare il pangrattato con il formaggio grattugiato, successivamente versateli sopra i fiori di zucca. Versate un ultimo filo d’olio e infornate a 240°C per 8 minuti in modalità grill.

fioridizucchine

Categories Colazione

Clafoutis alle prugne

Ingredienti_clafoutis

Ingredienti:

  • 300 g di prugne
  • 2 dl di latte
  • zenzero in polvere q.b.
  • 2 uova
  • 30 g di miele
  • 40 g di farina
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Lavate e tagliate a spicchi le prugne.

In una casseruola portate ad ebollizione il latte con un pizzico di zenzero e mescolate tutto bene.

In una ciotola sbattete le uova con il miele e incorporate poco alla volta la farina setacciata, aggiungete un pizzico di sale e alla fine unite il latte che avrete fatto intiepidire.

In una pirofila oppure in 3 pirofile più piccole che avrete precedentemente e leggermente imburrato disponete le prugne, versate uniformemente la pastella e fate cuocere in forno per 30 minuti a 180°.

Clafoutis_prugne

Categories Colazione

Crostata furbetta alle albicocche

Ingredienti:

  • pasta per pizza:
    • 250 g di farina integrale ai cereali misti
    • 1/2 cucchiaino di zucchero
    • 5 g di lievito di birra fresco
    • 5 g di sale
    • 150 ml di acqua
    • 10 ml di olio extravergine d’oliva
  • 500 g di albicocche mature
  • 40 g di nocciole
  • 1 rametto di rosmarino
  • 40 g di zucchero
  • latte
  • 30 g di burro

Preparazione:

IMG_4123

Impasto per la pizza :

Versate in una ciotola la farina, in un’altra sbriciolate il lievito in acqua tiepida insieme allo zucchero e lasciatelo attivare per 5 minuti. A questo punto versate parte del lievito sciolto al centro della farina e aggiungete olio e sale. Iniziate a lavorare il composto impastando con le mani. Aggiungete il resto del lievito e aggiustate la dose di acqua fino ad ottenere un impasto morbido.

Appena l’impasto diventa liscio, morbido ed elastico riponetelo, all’interno di uno strofinaccio, in un luogo tiepido dove lieviterà per almeno 3 ore.

Una volta lievitato sarà pronto per fare da base alla nostra crostata!

TIP: Se siete di fretta potete comprare la pasta già pronta al supermercato!!!

Crostata:

Disponete l’impasto in una teglia, bagnatelo con il latte e bucherellatelo con una forchetta. Fatelo cuocere in forno per 15 minuti a 190°C.

Nel frattempo sminuzzate le nocciole che avrete fatto leggermente tostare. Pulite e tagliate a spicchi le albicocche.

Nella padella dove avete fatto tostare le nocciole fate fondere il burro con il rosmarino, una volta che il burro è fuso aggiungete le albicocche e 30 g di zucchero; mescolate una sola volta e lasciate il tutto a fuoco vivace per 5 minuti.

Togliete la pasta dal forno, aggiungete le albicocche, le nocciole tritate e il resto dello zucchero. Fate cuocere per altri 10 minuti.

Servite a temperatura ambiente e… buona colazione!

IMG_4125

Categories Alimenti, News

La birra

La birra, il cui nome deriva dal dal latino bibere e significs bere, è una bevanda molta antica, il cui consumo moderato aiuta a mantenere un buono stato di salute. Scopriamola meglio.

Che cos’è la birra

Una birra fresca in una torrida giornata d’estate è uno dei piccoli piaceri della vita. La birra, infatti, piace molto, e non solo in Germania. Ogni italiano ne consuma circa 28 litri l’anno.

È una bevanda molto antica; le prime notizie risalgono infatti all’epoca dei babilonesi. Gli ingredienti tradizionali per ottenere la birra sono il malto, il luppolo e il lievito. Il malto, che per legge non deve essere inferiore al 60%, è in genere d’orzo, ma può essere anche di altri cereali, per esempio frumento o mais.

Una caratteristica importante della birra è la schiuma, che la protegge contro l’azione ossidante dell’ossigeno e serve quindi a mantenerne più a lungo l’aroma; la presenza di una schiuma bella stabile è indice di qualità e di freschezza.

La birra si serve a una temperatura compresa tra 7 e 10 gradi.

Proprietà e benefici della birra

La birra presenta numerose proprietà che derivano dalla sua composizione. Contiene una buona quota di vitamine e sali minerali e un ottimo rapporto calcio-fosforo, mentre il contenuto di sodio è molto basso. Per questi motivi ha un effetto diuretico.

Il luppolo contiene diversi tipi di flavonoidi che hanno dimostrato di avere proprietà antitumorali. In particolare, contiene xantumolo, una sostanza che pare utile nell’inibire la proliferazione delle cellule tumorali di alcuni tipi di carcinomi. Non tutte le birre contengono una quantità elevata di xantumolo, ma solo quelle con un alto contenuto di luppolo.

Grazie al contenuto di polifenoli, la birra ha, inoltre, proprietà antiossidanti.

Bisogna comunque ricordare sempre che si tratta di una bevanda alcolica e che va quindi consumata con moderazione.

La birra più ricca e quindi più benefica è quella cruda, cioè non pastorizzata.

Una ricetta nella manica

La birra viene utilizzata spesso in cucina per preparare gustosi piatti, un classico è il pollo alla birra, usato, seppure con qualche variante, in tutta Europa. Si può preparare come segue.

Preparare un soffritto con carote, sedano e cipolla; rosolare il pollo tagliato a pezzi e condirlo con sale e peperoncino. Versare la birra, che deve essere preferibilmente bionda, (la quantità dipende da quella del pollo; per una quantitativo di carne adatto a quattro persone ci vuole in genere mezzo litro di birra).

Fare cuocere con la padella coperta per circa mezz’ora, togliere poi il coperchio e continuare la cottura fino al completo assorbimento della birra.

Curiosità sulla birra

Per fare la birra i chicchi di orzo vengono messi in acqua a germogliare, fino a ottenere l’umidità necessaria, e poi a germinare. Si ottiene in questo modo il malto, che viene poi tostato in forno.

La suddivisione cromatica della birra, e la conseguente distinzione in bionda, rossa e scura, dipende dalla maggiore o minore tostatura del malto.

Dopo la tostatura, il malto viene macinato e messo in acqua. Si ottiene così il mosto, che viene portato a ebollizione e poi filtrato; in questa fase si aggiunge il luppolo. Il mosto viene poi fatto raffreddare e quindi fermentare in appositi serbatoi.

Durante la fermentazione si aggiunge il lievito, che provoca la trasformazione del maltosio, contenuto nel composto, in alcol etilico e anidride carbonica.

In base al lievito utilizzato si ottengono birre a bassa o ad alta fermentazione. Dopo la fermentazione, la birra viene lasciata a maturare per alcune settimane in appositi contenitori.

 

Se siete bevitori accaniti, fan sfegatati dell’Oktober Fest o provetti sommellier della birra, questa parte dell’articolo non è per voi, perché alla domanda “quali usi ha la birra?” rispondereste senza esitazione: “Berla!”.

Ma noi vogliamo proporvene altri, perché non vorremmo mai sprecare quella che potrebbe avanzare e darle una seconda opportunità!

La birra è un prodotto ecologico ed economico per la lucidatura dei gioielli. Provare per credere: immergete i vostri bijoux in un catino di birra per una notte intera e la mattina dopo saranno più splendenti che mai.

Se i vostri orti sono invasi dalle lumache, mettere due dita di birra all’interno di un bicchiere di plastica o di vetro interrato: è un ottimo modo per attirarle, come le api sul miele! Le lumache infatti sono molto ghiotte di birra.

Un ulteriore uso alternativo che vi suggeriamo è di sfruttare la birra come smacchiatore per capi di abbigliamento unita all’acqua gassata l’efficacia è assicurata.

Per chi tiene alla cura dei propri capelli, ed è appassionato di capelli voluminosi e lucidi suggeriamo un lavaggio con un po’ di birra a seguito del primo risciacquo con shampoo tradizionale.

Infine vi suggeriamo di utilizzare la birra, soprattutto quella ad alta fermentazione, nell’impasto della pastella per le verdure, renderà la frittura delicata e leggera.

 

Tratto da www.cure-naturali.it
Categories News, Ricette

Dolci di carnevale

Impossibile resistere ai dolci di Carnevale, ma se non sono fritti il vostro peccato di gola sarà un po’ più leggero! Ecco la ricetta delle frittelle e dei crostoli, frappe, chiacchiere (chiamateli come volete) al forno!

Il martedì grasso non si può dire di no ai dolci! Se non volete però avere sensi di colpa a causa della dieta appena iniziata, provate la versione più leggera: cotti al forno saranno leggeri e sempre irresistibili!

FRITTELLE AL FORNO

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 200 gr di farina bianca
  • 80 gr di zucchero
  • 70 gr di burro
  • 250 ml di acqua
  • la scorza grattugiata di un limone

Preparazione:

Fate cuocere in un pentolino acqua e burro, aggiungete quindi farina, lo zucchero e la scorza del limone. Togliete dal fuoco e mescolate velocemente. Unite le uova una a una e mischiate ancora. Formate delle palline e disponetele su una teglia ricoperta di carta da forno. Infornate per 25 minuti a 180°C.

 

CROSTOLI AL FORNO

Ingredienti:

  • 250 gr di farina
  • 20 gr di zuccherO
  • 25 gr di burro ammorbidito
  • 2 uova
  • Marsala
  • 1 limone
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo
  • sale

Preparazione

Versate la farina sulla spianatoia creando la classica fontana. Al centro mettete sale, zucchero, scorza di limone e lievito. Unite le uova, il burro e infine il marsala. Con una forchetta amalgamate il tutto e iniziate a impastare. Ottenuta una pasta omogenea formate una palla e lasciatela riposare coperta per circa 30 minuti. Prendete la pasta e stendetela con il mattarello fino a creare una sfoglia sottile. Dividete ogni sfoglia in rettangoli di 10 cm di lunghezza e 5 di larghezza e, usando la rotella tagliapasta, praticate due incisioni interne per la lunghezza. Cuocete in forno (direttamente sulla placca) per 15 minuti a 180°, lasciate intiepidire e cospargete con zucchero a velo!

Categories Cena

Radicchio & Fagioli

Ecco a voi la seconda puntata di: Come risolvo la cena!

È idea comune che i piatti della tradizione richiedano preparazioni lunghe o particolarmente laboriose. Con qualche accorgimento ed un po’ di fantasia li possiamo rendere davvero semplici.

Ieri sera avevo poco tempo per preparare la cena ed il frigo discretamente vuoto. Per fortuna cipolla e carote non mancano mai, c’era anche un bel cespo di radicchio e… Il caso ha voluto che il mese scorso avessi congelato dei bei fagioli freschi (Potremmo parlare per ore della funzione salvavita del congelatore).

Così mi sono messa all’opera e il piatto che ne è uscito… beh, non è rimasto nulla.

A voi la mia personalissima versione di radicchio e fagioli – versione ultra semplice.

 Ingredienti per 2 persone:

  • 300 g di fagioli freschi
  • 1 cipolla bianca
  • 1 carota
  • brodo vegetale
  • radicchio rosso
  • olio Evo
  • aceto di vino bianco
  • sale e pepe

Preparazione:

Tagliate a piccoli cubetti la cipolla e la carota e ne fate un leggero soffritto. Una volta che queste verdurine sono dorate ci aggiungete i fagioli ed una tazza di brodo vegetale, il tutto in una pentola a pressione. La quantità del brodo dipende da come volete ottenere i fagioli. Personalmente preferisco che questo “minestrone” non sia troppo liquido, perciò ne ho messo solo una tazza.

Chiudete la pentola a pressione e la fate andare per circa 40 minuti.

Durante questi 40 minuti potete fare un sacco di cose tra cui pulire il radicchio e prepararne due belle terrine che verranno condite con sale, pepe e aceto bianco.

Quando i fagioli saranno pronti li aggiungete al radicchio e… buon appetito!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi