• Cellulare: 340 6722856
Open

Tag Archives: sole

Categories Consigli, News

L’importanza di un raggio di sole

Dai raggi del sole molteplici benefici per la salute. Secondo diversi studi dalla luce solare deriverebbero vari effetti positivi per l’organismo umano, non soltanto legati alla sintesi di vitamina D, che investono ambiti quali il controllo dell’ipertensione, del peso corporeo e nientemeno una prospettiva di vita maggiore.

La prevenzione dell’obesità è uno dei possibili vantaggi derivanti da una corretta esposizione solare, che tenga conto quindi delle cautele legate al rischio di bruciature o melanoma. I raggi del sole aiuterebbero a ridurre l’assorbimento dei grassi, oltre al minore al rischio di diabete di tipo 2, secondo uno studio condotto dai ricercatori delle università di Southampton ed Edimburgo.

Tali risultati non sarebbero connessi secondo i ricercatori alla stimolazione della produzione di vitamina D, ma a quella di monossido di azoto, una sostanza in grado di ottimizzare le prestazioni del sistema cardiocircolatorio. Effetti benefici per l’umore e il controllo dello stress derivano poi dall’incremento della sintesi di serotonina.

Proprio l’incremento della produzione di monossido di azoto favorirebbe anche un minore tasso di mortalità tra gli anziani per malattie legate all’ipertensione o a problemi cardiovascolari. A indicarlo uno studio condotto sempre presso la Edinburgh University dal Dr. Richard Weller, dermatologo e ricercatore presso l’ateneo scozzese.

Raggi del sole utili anche contro i processi infiammatori secondo quanto affermano alcuni ricercatori della Cambridge University, merito non soltanto dell’incremento di monossido di azoto. Secondo quanto riportato su Nature Communications la carenza di esposizione solare in inverno favorirebbe l’infiammazione di geni del sistema immunitario, per diferendere l’organismo da aggressioni microbiche, mentre in estate a risultare stimolati sarebbero quelli anti-infiammatori.

A detta degli stessi ricercatori vi sarebbero alcuni parametri ancora sconosciuti, che dovranno essere verificati nei prossimi studi. Come ha spiegato il Dr. Weller, autore dello studio:

Così come il monossido di azoto e l’espressione genetica, penso ci siano altri fattori che dobbiamo ancora scoprire. C’è una correlazione tra maggiore esposizione alla luce solare e minore manifestazione di patologie in una varietà di condizioni come la sclerosi multipla e l’aterosclerosi.

La luce del sole sembrerebbe inoltre avere un benefico effetto anche sulla vista dei bambini, ritardando l’insorgere della miopia. A suggerire ai genitori di far trascorrere ai propri figli qualche ora al giorno all’aria aperta è il Prof. Scott Read, a capo della UT’s School of Optometry and Vision Science.

Attenzione tuttavia deve essere posta per quanto riguarda le ore più a rischio della giornata (comprese tra le 11 e le 15), evitando di esporsi alla luce solare senza l’adeguata protezione (qualora necessaria). La pelle dovrà inoltre essere idratata correttamente, se richiesto anche mediante creme, oli o altri rimedi naturali.

 

fonte www.greenstyle.it
Categories Alimenti, News, Ricette

Gazpacho rosso di Laura

Vi presento la ricetta proposta da Laura, pioniera di questa nuova avventura!

In questi giorni di calda estate Laura ci prepara un freschissimo GAZPACHO ROSSO.

 

Ecco come:

 Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr di pomodori rossi succosi
  • 1 cetriolo
  • 1 peperone rosso
  • 1 cipolla rossa
  • Mollica di pane
  • Olio
  • Aceto a seconda delle preferenze
  • Sale q.b
  • Peperoncino
  • Erba cipollina
  • Origano
  • Prezzemolo
  • Salsa worchester

 

Preparazione:

Mettere in una ciotolina la mollica di pane con acqua, olio e aceto e lasciare assorbire il succo, nel frattempo lavare e tagliuzzare tutte le verdure e metterle nel frullatore. Strizzare la mollica di pane e aggiungere anche quella nel mixer, frullare il tutto. Salare, pepare, aggiungere i sapori. Sarebbe da servire fredda quindi bisogna metterla in frigo per circa 2 ore; se non c’è tutto questo tempo a disposizione, è sufficiente aggiungere nel mixer 6 cubetti di ghiaccio e frullare. Servire con crostini di pane o gallette di mais.

 

Proprietà:

Pomodoro, peperone e cipolla rossa contengono licopene e antocianine, sostanze efficaci contro le malattie cardiovascolari; inoltre hanno anche un fantastico effetto anti-aging.

Pomodori e peperoni, appartenenti alla famiglia delle Solanacee, sono ricchi in vitamina C e carotenoidi. E’ stato dimostrato che i peperoni contengono sostanze nutritive che prevengono la formazione di trombi e riducono il rischio di infarto. Inoltre, in abbinamento al pomodoro, re della dieta mediterranea, aiutano a combattere i radicali liberi. Le loro proprietà antiossidanti contribuiscono a mantenere il benessere fisico.

Infine ricordiamo che i carotenoidi, di cui sono ricche le nostre verdure, aiutano a combattere i danni dovuti all’esposizione al sole.

Quindi, cosa c’è di meglio di un ottimo e fresco gazpacho che ci aiuta a prevenire rughe e danni alla pelle prima di andare in spiaggia?

Categories News, Nutrienti

Impariamo le vitamine… Vitamina E

La vitamina E o Tocoferolo è una vitamina liposolubile, cioè solubile in grassi e oli. La vitamina E è formata da un gruppo di composti chiamati tocoferoli e tocotrienoli.

Il nome tocoferolo deriva dal greco tocos, che significa nascita e pherein che significa portare avanti. Questo nome le è stato attribuito per evidenziare il suo ruolo essenziale nella riproduzione.

Il ruolo primario della vitamina E è quello di proteggere i tessuti dell’organismo dalle reazioni dannose (periossidazione)  e dai radicali liberi.

La vitamina E:

  • protegge le membrane cellulari impedendo la perossidazione dei fosfolipidi di membrana
  • protegge la vitamina A dall’ossidazione
  • previene le patologie cardiovascolari
  • protegge le lipoproteine dall’ossidazione.

 

La vitamina E contribuisce a proteggere nei confronti dei danni causati dal fumo e dall’inquinamento.

Gli oli vegetali (arachidi, soia, mais, palma,  girasole ecc.) e il germe di grano rappresentano le principali fonti  di vitamina E.

Il tocoferolo è presente anche nelle noci, nei semi, nei cereali a grano intero e nelle verdure a foglia verde.

Spesso la vitamina E viene associata ad integratori di acidi grassi polinsaturi ( tra cui gli Ω3 e gli Ω 6), in quanto, un eccesso di questi ultimi ne favorisce l’ossidazione e aumenta la proliferazione dei radicali liberi.

DOSAGGIO: Il fabbisogno giornaliero di vitamina E per gli adulti è di 8-10 mg/die.

 

dal sito www.my-personaltrainer.it

 

Categories Consigli, News

Alimenti contro le scottature

E’ estate, tempo di abbronzatura ma anche di scottature solari, soprattutto nel caso in cui non ci si esponga al sole con le dovute accortezze. Oltre ad accertarsi di utilizzare una protezione solare adatta al proprio tipo di pelle, preferibilmente costituita da filtri minerali e priva di derivati del petrolio e di profumazioni sintetiche, è bene imparare a curare maggiormente la propria alimentazione, sia per favorire la tintarella, sia per porsi al riparo da fastidiose scottature, dai danni che i raggi ultravioletti potrebbero provocare e dalle loro eventuali conseguenze negative sulla salute.

Ecco cinque alimenti che dovrebbero essere aggiunti alla propria dieta per provare a tenere alla larga le scottature solari.
1) Pomodori

I pomodori contengono un elevato quantitativo di licopene, un elemento nutritivo considerato fondamentale per la prevenzione delle scottature solari. Studi scientifici hanno confermato come coloro che consumano pomodori ogni giorno, anche sotto forma di salsa, ricevono attraverso la propria alimentazione una maggiore protezione nei confronti delle scottature solari più gravi e dei danni a lungo termine ad esse connessi. Sicuramente noi italiani, casi di allergia a parte, non abbiamo difficoltà a consumare quotidianamente pomodori o salsa di pomodoro lungo tutto il corso dell’anno. Non è poi certamente un caso che la natura ci offra questi portentosi ortaggi proprio in estate.

2) Angurie

Le angurie sono considerate un vero e proprio simbolo dell’estate e anch’esse, proprio come i pomodori, vengono consigliate per la loro ricchezza di licopene come elemento in grado di prevenire le scottature solari. Naturalmente nella loro prevenzione giocano un ruolo fondamentale il buon senso e la consapevolezza di non poter esporsi al sole nelle ore più calde ed eccessivamente a lungo se si sa di avere una pelle molto sensibile, soprattutto nei primi giorni di vacanza. Un aiuto può certamente giungere dall’anguria, che per il suo ricco contenuto d’acqua ci aiuta inoltre a prevenire la disidratazione. Per la sua freschezza risulta ottima da consumare come spuntino in diversi momenti della giornata.

3) Te’ verde

Il tè verde, ricco di proprietà benefiche, è tra l’altro considerato in grado di proteggere la nostra pelle dai possibili danni causati dai raggi ultravioletti . La sua azione protettiva nei confronti della pelle e delle sue cellule sarebbe dovuta all’elevato contenuto di polifenoli presenti nelle foglie da cui si ricava tale bevanda. I suoi effetti positivi sono stati studiati sia nel caso si assuma il tè verde bevendolo normalmente sia nelle sue applicazioni per uso topico, con particolare riferimento a malattie come il cancro . Una varietà di tè verde considerata particolarmente portentosa in tal senso è il “tè matcha” per via del suo elevato contenuto di antiossidanti.

4) Cacao

Un gruppo di ricercatori tedeschi ha potuto confermare attraverso studi specifici come alimentarsi con cibi ricchi di cacao, possa aiutare la nostra pelle a proteggersi dai danni causati dall’esposizione ai raggi ultravioletti, cancro compreso. Test specifici sono stati eseguiti su di un gruppo di donne che hanno accettato di sottoporsi volontariamente ad una dieta che prevedeva il consumo di cacao a colazione per un periodo di tre mesi. In merito alle donne a cui era stato richiesto di fare colazione impiegando cacao particolarmente ricco di flavonoidi è emerso come la loro pelle tendesse ad arrossarsi molto meno facilmente rispetto a quella di coloro che avevano assunto a colazione alimenti scarsamente ricchi di flavonoidi nel corso dell’esposizione al sole. La loro pelle risultava inoltre più morbida ed idratata.

5) Olio di lino

Studi scientifici riguardanti le patologie cancerogene legate all’esposizione della pelle ai raggi ultravioletti sembrano confermare l’importanza di una corretta assunzione di omega3 nella propria dieta a fini protettivi. Una delle principali fonti vegetali per l’assunzione di acidi grassi essenziali è rappresentata dall’olio di lino. L’olio di lino presenta un contenuto equilibrato di acidi grassi omege3 ed omega6, che lo rendono un integratore alimentare perfetto per assicurarsi la quantità giornaliera necessaria di tali nutrienti. L’olio di lino contiene 57 grammi di omega3 ogni 100 grammi di prodotto. Per assicurare la copertura del proprio fabbisogno di Omega3, laSocietà Scientifica di Nutrizione Vegetariana consiglia il consumo quotidiano di due o tre porzioni al giorno di omega3, ognuna ottenuta da: 2 cucchiaini di olio di lino; 1 o 2 cucchiaini di olio di lino e 30 grammi di noci, oppure 1 cucchiaino di olio di lino più un cucchiaino di semi di lino tritati con un macinacaffè. L’olio di lino deve essere conservato in frigorifero per evitarne il deterioramento e consumato entro 8 settimane dall’apertura.

 

dal sito www.greenme.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi